Tag Archives: mitis iudex

Breve nota dei lavori del XLVII Congresso ASCAI a Udine

Udine

Approfondire il significato della riforma del processo matrimoniale per applicarla al meglio nella situazione dei tribunali ecclesiastici italiani: è stata questa la linea emersa al XLVIII Convegno nazionale dell’Associazione canonistica italiana che si è svolto a Udine dal 5 all’8 settembre 2016 proprio sulle novità introdotte dal Motu proprio ‘Mitis Iudex’ in tema di procedure per la dichiarazione di nullità matrimoniale. Certamente un merito della riforma è stato quello di aprire un ampio dibattito su temi prima confinati agli addetti ai lavori, coinvolgendo in prima persona i Vescovi nell’impegno e nella cura nei confronti dei tribunali ecclesiastici.

Riforma del processo matrimoniale: gli esiti del Tavolo CEI

Firma papa

Non ha tardato a portare frutto l’intuizione con cui Papa Francesco lo scorso 1° giugno ha istituito un Tavolo di lavoro coordinato da Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della CEI, per la definizione delle principali questioni relative all’attuazione in Italia della riforma del processo matrimoniale, introdotta dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus. È quanto si legge in un comunicato dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI. La giornata di mercoledì 6 luglio ha visto riuniti, con il Segretario generale della CEI, il Cardinale Dominique Mamberti, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura apostolica, il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi, e Mons. Pio Vito Pinto, Decano del Tribunale della Rota Romana.

Papa Francesco: un tavolo di lavoro sulla riforma del processo matrimoniale

galantino

Papa Francesco ha istituito «un tavolo di lavoro – coordinato dal Segretario generale della CEI – per la definizione delle principali questioni interpretative e applicative di comune interesse», relative alla riforma del processo matrimoniale introdotta dal Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus. Ne ha dato notizia l’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI, diffondendo il testo integrale della lettera inviata dal Papa a mons. Nunzio Galantino, Segretario generale CEI, con cui viene costituito il tavolo di lavoro.

A Udine il Congresso ASCAI dal 5 all’8 settembre 2016

Udine

In programma a Udine dal 5 all’8 settembre 2016 il XLVIII Congresso nazionale dell’Associazione canonistica italiana, sul tema “La riforma del processo matrimoniale ad un anno dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus“. I lavori congressuali sono ospitati presso il centro culturale “Paolino di Aquileia”, proprio ad un anno esatto dalla pubblicazione del documento di Papa Francesco che ha riformato alcuni importanti aspetti del diritto matrimoniale canonico in ambito processuale, ma dagli importanti risvolti anche dal punto di vista sostanziale.

AA.VV. La réforme opérée par le m.p. Mitis Iudex. Commentaires et documentation

002_163

La publication puis l’entrée en vigueur du Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus du Pape François ont suscité une profonde réforme du procès de déclaration de nullité du mariage. De telles nouveautés ont supposé la modification de 21 canons du livre VII du Code de Droit canonique et l’entrée en vigueur de quelques «règles de procédure» qui constituent de véritables lois. Cette réforme a suscité l’attention de ceux qui étudient ou travaillent dans les tribunaux.

La CEI riscrive le norme che regolano i Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

L’Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana riunita a Roma dal 16 al 19 maggio 2016 ha dato mandato al Consiglio permanente “affinché predisponga una bozza di revisione delle Norme che regolano il regime amministrativo e le questioni economiche dei Tribunali ecclesiastici”: lo si legge nel Comunicato finale dell’Assemblea dei Vescovi italiani. Un intero paragrafo del Comunicato, il n. 4 intitolato “Prossimità nella verità” è interamente dedicato all’attuazione del Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus, con cui Papa Francesco ha riformato il processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità matrimoniale.

Applicazione del Mitis iudex: in Sicilia istituiti tribunali diocesani e interdiocesani

sicilia

Con una nota pubblicata sul sito web www.chiededisicilia.org (leggi qui), la Conferenza episcopale siciliana, in applicazione del nuovo can. 1673, §. 2, CIC riformato dal M.P. Mitis iudex,  ha deciso l’istituzione di sei nuovi Tribunali per le cause matrimoniali, di cui quattro diocesani (Siracusa, Agrigento, Piazza Armerina e Nicosia) e due interdiocesani (uno per Palermo, Monreale, Cefalù, Mazzara del Vallo, Trapani e Piana degli Albanesi; un altro per Catania, Arcireale e Caltagirone). Ancora non è stata presa una decisione riguardo alle competenze di giustizia per le altre diocesi siciliane.

Anche il Tribunale ecclesiastico piemontese continua ad operare dopo il M.P. Mitis iudex

TERP

Anche la Conferenza episcopale della regione ecclesiastica di Piemonte e Val d’Aosta si è pronunciata per la conferma dell’operatività del Tribunale ecclesiastico regionale piemontese in materia di cause di nullità matrimoniale. Come per gli altri Tribunali ecclesiastici regionali italiani, anche per il Tribunale piemontese la locale Conferenza episcopale, con un suo comunicato (leggi qui), ha ufficializzato la prosecuzione dell’attività di giustizia a seguito della riforma operata dal M.P. Mitis iudex di Papa Francesco, entrata in vigore lo scorso 8 dicembre.

Ancora sulla riforma del M.P. Mitis iudex in tema di Tribunali ecclesiastici regionali

SPOSALIZIO

Dopo le prime comprensibili incertezze interpretative, il tempo e la prassi applicativa cominciano in qualche modo a delineare in concreto l’effettiva operatività della riforma operata da Papa Francesco con il M.P. Mitis iudex, entrato in vigore l’8 dicembre 2015. In particolare, per quanto riguarda la circoscrizione dei Tribunali ecclesiastici italiani, sembra prevalere la lettera del can. 1673, §. 2, che, insieme alla possibilità di costituire appositi Tribunali diocesani per le cause matrimoniali, prevede anche l’ipotesi di Tribunali operanti per più diocesi, come in Italia già avviene con i Tribunali regionali.

Papa Francesco: “Importante recepire e approfondire la nuova normativa del Mitis iudex”

Papa francesco

“È importante che la nuova normativa sia recepita e approfondita, nel merito e nello spirito, specialmente dagli operatori dei Tribunali ecclesiastici, per rendere un servizio di giustizia e di carità alle famiglie”: lo ha detto Papa Francesco, riferendosi alla recente riforma apportata dal M.P. Mitis iudex alle procedure di dichiarazione di nullità matrimoniale. L’occasione è stata una speciale udienza concessa dal Pontefice in Aula Paolo VI lo scorso 12 marzo al Decano della Rota e ai partecipanti ad un corso di formazione su queste materie, promosso dallo stesso Tribunale Apostolico.