Tag Archives: riforma

La riforma della Curia romana voluta da Papa Francesco

curia

Prosegue il processo di riforma della Curia romana voluto da Papa Francesco, coadiuvato in questo compito da un apposito Consiglio di otto cardinali, a cui si è poi aggiunto il Segretario di Stato, componendo quello che viene ormai comunemente indicato come C9. La nuova Curia romana sta ormai prendendo sempre più forma. E’ stato lo stesso Bergoglio, nel discorso del 22 dicembre 2016, ad indicare le principali tappe fin qui percorse.

“Essendo la Curia non un apparato immobile – ha affermato il Pontefice – la riforma è anzitutto segno della vivacità della Chiesa in cammino, in pellegrinaggio, e della Chiesa vivente e per questo – perché vivente – semper reformanda, reformanda perché è viva. (…).

Consiglio permanente CEI: all’esame le nuove norme sui Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

Si è svolto a Roma dal 23 al 25 gennaio scorsi il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana. Tra i temi all’attenzione dei Vescovi italiani anche la revisione delle Norme circa il regime amministrativo dei Tribunali ecclesiastici in Italia in materia matrimoniale: lo si apprende dal Comunicato finale pubblicato sul sito internet della CEI. Il tema sarà ripreso anche nella prossima sessione del Consiglio permanente in programma in primavera: si prevede quindi che il nuovo testo normativo possa essere pronto per maggio, per essere sottoposta all’approvazione dell’Assemblea generale dei Vescovi italiani.

Intervista al Card. Coccopalmerio ad un anno dalla pubblicazione del ‘Mitis iudex’

Cardinale

I Tribunali interdiocesani italiani sono dei buoni Tribunali, rispondono alle esigenze della riforma e soddisfano in modo semplice e rapido le istanze di giustizia dei fedeli. No all’istituzione di Tribunali diocesani quando non c’è personale adeguatamente preparato in sede locale: sarebbero vuoti simulacri. Il processo canonico è volto a constatare la nullità del matrimonio ove ci sia, non a pronunciarla ad ogni costo ritenendo di venire incontro ad una coppia in crisi e magari  evocando una malintesa ‘finalità pastorale’: si tradirebbe la natura profonda del processo matrimoniale che è sempre un giudizio pro rei veritate. La riforma prevede disposizioni volte a favorire non la nullità dei matrimoni, ma la celerità dei processi. Positivo il confronto nel Tavolo di lavoro convocato dalla CEI con il Pontificio consiglio per i testi legislativi, la Segnatura e la Rota. Anche nella riforma della Curia romana il diritto canonico deve conservare un ruolo importante.

Modifiche del Codice di diritto canonico con il Motu proprio ‘De concordia inter codices’

processo

E’ stata pubblicata sul bollettino della Sala stampa della Santa Sede del 15 settembre 2016 la Lettera apostolica ‘De concordia inter Codices’ resa in forma di Motu proprio da Papa Francesco, con la quale vengono modificate alcune norme del Codice di diritto canonico.

Il testo del Motu proprio (link esterno al Bollettino della Sala stampa della Santa Sede)

Breve nota dei lavori del XLVII Congresso ASCAI a Udine

Udine

Approfondire il significato della riforma del processo matrimoniale per applicarla al meglio nella situazione dei tribunali ecclesiastici italiani: è stata questa la linea emersa al XLVIII Convegno nazionale dell’Associazione canonistica italiana che si è svolto a Udine dal 5 all’8 settembre 2016 proprio sulle novità introdotte dal Motu proprio ‘Mitis Iudex’ in tema di procedure per la dichiarazione di nullità matrimoniale. Certamente un merito della riforma è stato quello di aprire un ampio dibattito su temi prima confinati agli addetti ai lavori, coinvolgendo in prima persona i Vescovi nell’impegno e nella cura nei confronti dei tribunali ecclesiastici.

Riforma del processo matrimoniale: gli esiti del Tavolo CEI

Firma papa

Non ha tardato a portare frutto l’intuizione con cui Papa Francesco lo scorso 1° giugno ha istituito un Tavolo di lavoro coordinato da Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della CEI, per la definizione delle principali questioni relative all’attuazione in Italia della riforma del processo matrimoniale, introdotta dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus. È quanto si legge in un comunicato dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI. La giornata di mercoledì 6 luglio ha visto riuniti, con il Segretario generale della CEI, il Cardinale Dominique Mamberti, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura apostolica, il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi, e Mons. Pio Vito Pinto, Decano del Tribunale della Rota Romana.

A Udine il Congresso ASCAI dal 5 all’8 settembre 2016

Udine

In programma a Udine dal 5 all’8 settembre 2016 il XLVIII Congresso nazionale dell’Associazione canonistica italiana, sul tema “La riforma del processo matrimoniale ad un anno dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus“. I lavori congressuali sono ospitati presso il centro culturale “Paolino di Aquileia”, proprio ad un anno esatto dalla pubblicazione del documento di Papa Francesco che ha riformato alcuni importanti aspetti del diritto matrimoniale canonico in ambito processuale, ma dagli importanti risvolti anche dal punto di vista sostanziale.

Riforma del M.P. Mitis iudex: anche il Tribunale del Triveneto continua ad operare

TERT

Anche la Conferenza episcopale del Triveneto ha preso in considerazione gli effetti della riforma sulle procedure di nullità del matrimonio e soprattutto sull’attuale articolazione territoriale dei Tribunali ecclesiastici competenti per le cause matrimoniali. Con un comunicato stampa del 16 febbraio (leggi qui), pubblicato sul sito web www.cet.chiesacattolica.it, i Vescovi della Conferenza episcopale Triveneto “hanno confermato l’intento di affidarsi all’attuale Tribunale ecclesiastico regionale quale proprio Tribunale interdiocesano”. Il Tribunale peraltro non cambierà la denominazione, continuando a chiamarsi “Tribunale ecclesiastico regionale triveneto”.

Conversaciones Canonicas Valentinas: Cuestiones en torno a la reforma de los procesos de la nulidad matrimonial

Valencia

Si è svolta a Valencia nei giorni 8, 9 e 10 febbraio presso l’Universidad Catolica “San Vicente Martir” la XIII edizione delle “Conversaciones Canonicas Valentinas”. Il tema del convegno è stato “Mitis Iudex Dominus Iesus: algunas cuestiones en torno a la reforma de los procesos de la nulidad matrimonial”. In considerazione della grande attualità delle questioni trattate e nell’interesse dei tanti operatori su questi argomenti, si propongono i link degli interventi svolti al Convegno (in spagnolo), pubblicati sul canale youtube dell’Università di Valencia.

Rescritto del Papa sull’applicazione delle nuove norme sul processo matrimoniale

Papa e Pinto

L’8 dicembre è entrata il vigore la riforma del processo per la dichiarazione di nullità matrimoniale, voluta da Papa Francesco con le Lettere apostoliche in forma di Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus e Mitis et Misericors Iesus del 15 agosto 2015. Il 7 dicembre, giorno precedente l’entrata in vigore della riforma, il Pontefice ha voluto firmare un apposito Rescritto ex audientia sul compimento e l’osservanza della nuova legge del processo matrimoniale. Il documento è stato pubblicato sul bollettino della Sala Stampa dell’11 dicembre [B0981].

Qui il testo del Rescritto (dal sito web della Santa Sede)