Tag Archives: santa sede

Il Vescovo Iannone Presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi

iannone

Mons. Filippo Iannone, già Segretario aggiunto presso il Pontificio consiglio per i testi legislativi da novembre 2017, è stato nominato da Papa Francesco Presidente del medesimo Dicastero: ne dà notizia il Bollettino della Sala stampa della Santa Sede [B0255] del 7 aprile 2018. Carmelitano, mons. Iannone era stato precedentemente Vescovo ausiliare per la Diocesi di Roma. Succede alla guida del Dicastero al card. Francesco Coccopalmerio, cessato dall’incarico per raggiunti limiti di età.

La tutela giuridica dell’immagine del Papa

Fraoncobollo

Con un comunicato della Segreteria di Stato pubblicato sul Bollettino della Sala Stampa vaticana del 22 febbraio 2017, la stessa Segreteria di Stato annuncia che “effettuerà sistematiche attività di sorveglianza volte a monitorare le modalità con cui l’immagine del Santo Padre e gli stemmi della Santa Sede vengono utilizzati, intervenendo all’occorrenza con opportuni provvedimenti”. “La Segreteria di Stato  – si legge ancora nel comunicato – tra i suoi compiti, ha anche quello di tutelare l’immagine del Santo Padre, affinché il Suo messaggio possa giungere ai fedeli integro e la Sua persona non venga strumentalizzata”. Esistono infatti “appositi strumenti normativi” per la tutela dell’immagine del Pontefice e dei simboli e degli stemmi ufficiali della Santa Sede.

Holy See should step up money laundering prosecutions

moneyval[1]

The Council of Europe’s anti-money laundering and counter terrorist financing body Moneyval published the Second Progress Report of the Holy See/Vatican City State. The report evaluates its compliance with the recommendations made by Moneyval in its Mutual Evaluation Report in July 2012 and its first progress report in December 2013. Moneyval concludes that the Holy See has addressed most of the technical deficiencies in its legislation and regulations. However there is a need now for the anti-money laundering and counter terrorist financing system to deliver effective results in terms of prosecutions, convictions and confiscation.

Card. Pell: sulla riforma finanziaria della Santa Sede non si torna indietro

Australian Cardinal Pell arrives for a meeting at the Synod Hall in the Vatican

Resta ancora molto da fare, ma la parte primaria della riforma finanziaria della Santa Sede è stata fatta e non si torna indietro: lo ha detto il card. George Pell, Prefetto della Segreteria per l’economia, nell’ambito di un Convegno di studi promosso presso la Pontificia Università Urbaniana, per la prima presentazione pubblica degli statuti dei nuovi organismi economici della Sede Apostolica. Come noto, il riferimento è al Consiglio per l’economia, alla Segreteria per l’economia (presieduta dallo stesso card. Pell) e all’ufficio del Revisore generale, istituiti da Papa Francesco con il M.P. Fidelis dipensator del 24 febbraio 2014, nell’ambito del più generale processo di riforma degli organismi della Curia romana, in cui il Papa è coadiuvato dal cd. C9, il Consiglio di nove cardinali scelti da Francesco per una sostanziale riscrittura della Cost. Ap. Pastor Bonus.

Prosegue il lavoro del Consiglio dei cardinali per la riforma della Curia. Annunciato il prossimo Concistoro per febbraio 2015

cardinal

Il 14 e 15 febbraio il Papa ha convocato un Concistoro per la creazione di nuovi cardinali, il secondo di Jorge Mario Bergoglio. Lo ha annunciato ufficialmente il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, nel corso di un briefing sulla riunione in corso dei nove Cardinali consiglieri del Papa. La prossima riunione del cosiddetto C9 sarà il 9 e 11 febbraio, e “sarà una rilettura complessiva dello stato attuale degli orientamenti e delle proposte per la riforma della Curia, in modo tale da poterlo presentare al Concistoro previsto immediatamente dopo, il 12 e 13 febbraio, a cui farà seguito, il 14 e 15, un Concistoro per la creazione di nuovi cardinali”, ha detto il gesuita.

Mons. Mamberti nuovo Prefetto del Tribunale della Segnatura Apostolica

Immagine7

Papa Francesco ha provveduto ad una serie di nomine ai vertici di alcuni importanti uffici della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano, alcune delle quali riguardano uffici giudiziari. L’incarico più importante è quello attribuito a S.E. Mons. Dominique Mamberti, chiamato come nuovo Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica. Mons. Mamberti viene dalla carriera diplomatica e lascia l’ufficio di Segretario per i rapporti con gli Stati che ricopriva alla Segreteria di Stato, ufficio a cui gli succede S.E. Mons. Richard Gallagher. Il card. Raymond Leo Burke, finora Prefetto della Segnatura, è stato invece nominato patrono del Sovrano militare ordine di Malta. Novità anche negli uffici giudiziari della Città del Vaticano: Mons. Maurice Monier, Prelato uditore della Rota Romana, è stato nominato anche nuovo giudice della Corte d’Appello dello Stato.

 

Moneyval approva il rapporto della Santa Sede

A Strasburgo, l’Incontro plenario di Moneyval (il “Comitato di esperti per la valutazione delle misure contro il riciclaggio del denaro e il finanziamento del terrorismo” istituto dal Consiglio d’Europa) ha approvato il Progress Report della Santa Sede / Stato Città del Vaticano. Il Progress Report segue l’adozione del “Rapporto di Mutua Valutazione” (Mutual Evaluation Report) del 4 luglio 2012 e fa parte della procedura ordinaria prevista dalle Regole di Procedura di Moneyval. I Rapporti sul progresso compiuto vengono sottoposti all’esame svolto su piano di parità nella Plenaria e non contengono una formale revisione del “rating” formulato nel Rapporto di Mutua Valutazione.