Tag Archives: tribunali ecclesiastici

Papa Francesco: ‘Anche nei procedimenti canonici la Chiesa cerca sempre il bene delle persone’

sposalizio

Le cause matrimoniali e le situazioni personali di chi si rivolge ai Tribunali ecclesiastici ‘non possono essere trattate con un approccio meramente burocratico, quasi meccanico. Si tratta piuttosto di entrare nel vissuto delle persone, che soffrono e che hanno sete di serenità e di felicità’. Lo ha detto Papa Francesco il 30 novembre 2019, ricevendo in udienza nel Palazzo apostolico vaticano i partecipanti ad un corso di formazione promosso dal Tribunale della Rota romana.

XLIX Congresso dell’Associazione canonistica italiana a Pescara

pescara

A Pescara dal 4 al 7 settembre 2017 si sono ritrovati studiosi e soci dell’Associazione canonistica italiana (ASCAI) per il XLIX Congresso nazionale. Di particolare interesse il tema di studio affrontato, relativo ai soggetti nel nuovo processo matrimoniale canonico, volto specificamente ad approfondire le riforme apportate da Papa Francesco con il Motu proprio “Mitis Iudex” a partire dai protagonisti del processo. La prolusione inaugurale dei lavori è stata svolta da S.E. Mons. J. Ignacio Arrieta, Segretario del Pontificio consiglio per i testi legislativi, ed ha avuto come titolo “L’esercizio della funzione ecclesiastica nelle riforme di Papa Francesco”.

Assemblea generale CEI: razionalizzazione patrimomi ISC e nuove norme per i Tribunali

Cardinale Bassetti

La 70a Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana ha portato alla nomina del nuovo Presidente nella persona del Card. Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve. I Vescovi hanno anche eletto il nuovo Vice Presidente della CEI per il Sud Italia nella persona di Mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale.

Consiglio permanente CEI: all’esame le nuove norme sui Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

Si è svolto a Roma dal 23 al 25 gennaio scorsi il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana. Tra i temi all’attenzione dei Vescovi italiani anche la revisione delle Norme circa il regime amministrativo dei Tribunali ecclesiastici in Italia in materia matrimoniale: lo si apprende dal Comunicato finale pubblicato sul sito internet della CEI. Il tema sarà ripreso anche nella prossima sessione del Consiglio permanente in programma in primavera: si prevede quindi che il nuovo testo normativo possa essere pronto per maggio, per essere sottoposta all’approvazione dell’Assemblea generale dei Vescovi italiani.

Breve nota dei lavori del XLVII Congresso ASCAI a Udine

Udine

Approfondire il significato della riforma del processo matrimoniale per applicarla al meglio nella situazione dei tribunali ecclesiastici italiani: è stata questa la linea emersa al XLVIII Convegno nazionale dell’Associazione canonistica italiana che si è svolto a Udine dal 5 all’8 settembre 2016 proprio sulle novità introdotte dal Motu proprio ‘Mitis Iudex’ in tema di procedure per la dichiarazione di nullità matrimoniale. Certamente un merito della riforma è stato quello di aprire un ampio dibattito su temi prima confinati agli addetti ai lavori, coinvolgendo in prima persona i Vescovi nell’impegno e nella cura nei confronti dei tribunali ecclesiastici.

Riforma del processo matrimoniale: gli esiti del Tavolo CEI

Firma papa

Non ha tardato a portare frutto l’intuizione con cui Papa Francesco lo scorso 1° giugno ha istituito un Tavolo di lavoro coordinato da Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della CEI, per la definizione delle principali questioni relative all’attuazione in Italia della riforma del processo matrimoniale, introdotta dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus. È quanto si legge in un comunicato dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI. La giornata di mercoledì 6 luglio ha visto riuniti, con il Segretario generale della CEI, il Cardinale Dominique Mamberti, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura apostolica, il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi, e Mons. Pio Vito Pinto, Decano del Tribunale della Rota Romana.

La CEI riscrive le norme che regolano i Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

L’Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana riunita a Roma dal 16 al 19 maggio 2016 ha dato mandato al Consiglio permanente “affinché predisponga una bozza di revisione delle Norme che regolano il regime amministrativo e le questioni economiche dei Tribunali ecclesiastici”: lo si legge nel Comunicato finale dell’Assemblea dei Vescovi italiani. Un intero paragrafo del Comunicato, il n. 4 intitolato “Prossimità nella verità” è interamente dedicato all’attuazione del Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus, con cui Papa Francesco ha riformato il processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità matrimoniale.

Applicazione del Mitis iudex: in Sicilia istituiti tribunali diocesani e interdiocesani

sicilia

Con una nota pubblicata sul sito web www.chiededisicilia.org (leggi qui), la Conferenza episcopale siciliana, in applicazione del nuovo can. 1673, §. 2, CIC riformato dal M.P. Mitis iudex,  ha deciso l’istituzione di sei nuovi Tribunali per le cause matrimoniali, di cui quattro diocesani (Siracusa, Agrigento, Piazza Armerina e Nicosia) e due interdiocesani (uno per Palermo, Monreale, Cefalù, Mazzara del Vallo, Trapani e Piana degli Albanesi; un altro per Catania, Arcireale e Caltagirone). Ancora non è stata presa una decisione riguardo alle competenze di giustizia per le altre diocesi siciliane.

Anche il Tribunale ecclesiastico piemontese continua ad operare dopo il M.P. Mitis iudex

TERP

Anche la Conferenza episcopale della regione ecclesiastica di Piemonte e Val d’Aosta si è pronunciata per la conferma dell’operatività del Tribunale ecclesiastico regionale piemontese in materia di cause di nullità matrimoniale. Come per gli altri Tribunali ecclesiastici regionali italiani, anche per il Tribunale piemontese la locale Conferenza episcopale, con un suo comunicato (leggi qui), ha ufficializzato la prosecuzione dell’attività di giustizia a seguito della riforma operata dal M.P. Mitis iudex di Papa Francesco, entrata in vigore lo scorso 8 dicembre.

Il Consiglio permanente della CEI sulla riforma del processo matrimoniale canonico

48_raffaello

Si è riunito a Roma dal 25 al 27 gennaio scorsi il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana. Il Comunicato finale del 29 gennaio, pubblicato sul sito web della CEI, dedica un paragrafo alla riforma del processo matrimoniale canonico. In verità, dopo la precedente comunicazione indirizzata ai Vicari giudiziali da parte di mons. Galantino del 17 dicembre (qui il link), sebbene non emergano dal Comunicato nuovi indirizzi determinanti in ordine all’applicazione in Italia del M.P. Mitis iudex, sembra tuttavia potersi fare qualche ulteriore considerazione sugli scenari che si aprono per i nostri Tribunali ecclesiastici.