Tag Archives: nullità matrimoniali

Inaugurazione dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota romana

Rota 2017

Papa Francesco: “Prepararsi bene al matrimonio, per impedire il moltiplicarsi di celebrazioni matrimoniali nulle o inconsistenti”.

“Solo aprendosi alla verità di Dio è possibile comprendere e realizzare nella concretezza della vita anche coniugale e familiare”: citando queste parole di Benedetto XVI, Papa Bergoglio, in occasione della sua allocuzione per l’apertura dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota romana, ha voluto sottolineare l’imprescindibile riferimento alla verità per capire la consistenza del sacramento matrimoniale e quindi dell’accertamento giudiziale della sua validità, perché “l’amore ha bisogno di verità”.

Ciclo di incontri di formazione sul ‘Mitis iudex’ in Vicariato

Laterano

Il Tribunale di Prima Istanza e il Tribunale di Appello del Vicariato di Roma, in collaborazione con il Coetus Advocatorum, propongono, dal 18 gennaio al 3 maggio 2017, quattro incontri di formazione sul tema: “Prassi e sfide dopo l’entrata in vigore del M. p. Mitis Iudex Dominus Iesus e del Rescriptum ex audientia del 7 dicembre 2015”. Il ciclo di incontri, che si terranno nella Sala riunioni del terzo piano del Palazzo Apostolico Lateranense dalle 15.00 alle 17.30, è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma e riconosce due crediti formativi per ciascun evento.

Intervista al Card. Coccopalmerio ad un anno dalla pubblicazione del ‘Mitis iudex’

Cardinale

I Tribunali interdiocesani italiani sono dei buoni Tribunali, rispondono alle esigenze della riforma e soddisfano in modo semplice e rapido le istanze di giustizia dei fedeli. No all’istituzione di Tribunali diocesani quando non c’è personale adeguatamente preparato in sede locale: sarebbero vuoti simulacri. Il processo canonico è volto a constatare la nullità del matrimonio ove ci sia, non a pronunciarla ad ogni costo ritenendo di venire incontro ad una coppia in crisi e magari  evocando una malintesa ‘finalità pastorale’: si tradirebbe la natura profonda del processo matrimoniale che è sempre un giudizio pro rei veritate. La riforma prevede disposizioni volte a favorire non la nullità dei matrimoni, ma la celerità dei processi. Positivo il confronto nel Tavolo di lavoro convocato dalla CEI con il Pontificio consiglio per i testi legislativi, la Segnatura e la Rota. Anche nella riforma della Curia romana il diritto canonico deve conservare un ruolo importante.

Presentato il volume sul ‘bonum coniugum’ in onore di mons. Defilippi

Defilippi

Nell’ambito della riunione culturale dell’Arcisodalizio della Curia romana del 13 ottobre 2016 è stato presentato il libro “Il bonum coniugum. Rilevanza e attualità nel diritto matrimoniale”, edito dalla Libreria editrice vaticana come secondo volume della serie “Annales”, per la collana “Studi giuridici”. La serie “Annales” raccoglie le pubblicazioni dell’Arcisodalizio della Curia romana e dell’Associazione canonistica italiana. Il recente volume sul bonum coniugum raccoglie una serie di interventi  di esperti della materia ed è dedicato a mons. Giovanni Battista Defilippi, Prelato uditore emerito della Rota romana e già Primicerio dell’Arcisodalizio.

Riforma del processo matrimoniale: gli esiti del Tavolo CEI

Firma papa

Non ha tardato a portare frutto l’intuizione con cui Papa Francesco lo scorso 1° giugno ha istituito un Tavolo di lavoro coordinato da Mons. Nunzio Galantino, Segretario generale della CEI, per la definizione delle principali questioni relative all’attuazione in Italia della riforma del processo matrimoniale, introdotta dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus. È quanto si legge in un comunicato dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI. La giornata di mercoledì 6 luglio ha visto riuniti, con il Segretario generale della CEI, il Cardinale Dominique Mamberti, Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura apostolica, il Cardinale Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi, e Mons. Pio Vito Pinto, Decano del Tribunale della Rota Romana.

A Udine il Congresso ASCAI dal 5 all’8 settembre 2016

Udine

In programma a Udine dal 5 all’8 settembre 2016 il XLVIII Congresso nazionale dell’Associazione canonistica italiana, sul tema “La riforma del processo matrimoniale ad un anno dal Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus“. I lavori congressuali sono ospitati presso il centro culturale “Paolino di Aquileia”, proprio ad un anno esatto dalla pubblicazione del documento di Papa Francesco che ha riformato alcuni importanti aspetti del diritto matrimoniale canonico in ambito processuale, ma dagli importanti risvolti anche dal punto di vista sostanziale.

La CEI riscrive le norme che regolano i Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

L’Assemblea generale della Conferenza episcopale italiana riunita a Roma dal 16 al 19 maggio 2016 ha dato mandato al Consiglio permanente “affinché predisponga una bozza di revisione delle Norme che regolano il regime amministrativo e le questioni economiche dei Tribunali ecclesiastici”: lo si legge nel Comunicato finale dell’Assemblea dei Vescovi italiani. Un intero paragrafo del Comunicato, il n. 4 intitolato “Prossimità nella verità” è interamente dedicato all’attuazione del Motu Proprio Mitis Iudex Dominus Iesus, con cui Papa Francesco ha riformato il processo canonico per le cause di dichiarazione di nullità matrimoniale.

Conversaciones Canonicas Valentinas: Cuestiones en torno a la reforma de los procesos de la nulidad matrimonial

Valencia

Si è svolta a Valencia nei giorni 8, 9 e 10 febbraio presso l’Universidad Catolica “San Vicente Martir” la XIII edizione delle “Conversaciones Canonicas Valentinas”. Il tema del convegno è stato “Mitis Iudex Dominus Iesus: algunas cuestiones en torno a la reforma de los procesos de la nulidad matrimonial”. In considerazione della grande attualità delle questioni trattate e nell’interesse dei tanti operatori su questi argomenti, si propongono i link degli interventi svolti al Convegno (in spagnolo), pubblicati sul canale youtube dell’Università di Valencia.

Sussidio della Rota sull’applicazione del Mitis Iudex

rota

Il 3 febbraio è stato pubblicato dal Tribunale apostolico della Rota romana il “Sussidio applicativo del Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus”, una sorta di vademecum per gli operatori su come applicare in termini operativi la riforma del processo di nullità matrimoniale voluta da Papa Francesco. Ne dà notizia il quotidiano cattolico “Avvenire”, definendo il vademecum quale “strumento tecnico per chiarire i dubbi residui”.

Il testo di una settantina di pagine è diviso in tre capitoli – oltre ad alcune appendici – che hanno lo scopo di dare indicazioni in ordine alle questioni “concernenti i modi, i tipi, le persone, le figure” riguardanti sia il processo ordinario che il nuovo processus brevior.