Assemblea generale CEI: razionalizzazione patrimomi ISC e nuove norme per i Tribunali

Si è conclusa il 25 maggio 2017 la 70a Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana, che ha portato alla nomina del nuovo Presidente nella persona del Card. Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città More »

Inaugurazione dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota romana

Papa Francesco: “Prepararsi bene al matrimonio, per impedire il moltiplicarsi di celebrazioni matrimoniali nulle o inconsistenti”. “Solo aprendosi alla verità di Dio è possibile comprendere e realizzare nella concretezza della vita anche More »

Intervista al Card. Coccopalmerio ad un anno dalla pubblicazione del ‘Mitis iudex’

I Tribunali interdiocesani italiani sono dei buoni Tribunali, rispondono alle esigenze della riforma e soddisfano in modo semplice e rapido le istanze di giustizia dei fedeli. No all’istituzione di Tribunali diocesani quando More »

Breve nota dei lavori del XLVII Congresso ASCAI a Udine

Approfondire il significato della riforma del processo matrimoniale per applicarla al meglio nella situazione dei tribunali ecclesiastici italiani: è stata questa la linea emersa al XLVIII Convegno nazionale dell’Associazione canonistica italiana che More »

Presentato a Papa Francesco il progetto di iuscanonicum.it

Il sito web iuscanonicum.it ed il relativo progetto editoriale sono stati presentati a Papa Francesco. L’occasione è stata la Messa mattutina celebrata come di consueto dal Santo Padre presso la cappella della More »

 

Assemblea generale CEI: razionalizzazione patrimomi ISC e nuove norme per i Tribunali

Cardinale Bassetti

Si è conclusa il 25 maggio 2017 la 70a Assemblea Generale della Conferenza Episcopale Italiana, che ha portato alla nomina del nuovo Presidente nella persona del Card. Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve. I Vescovi hanno anche eletto il nuovo Vice Presidente della CEI per il Sud Italia nella persona di Mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale.

Manuel A. Conde – Claudia Izzi. Pastorale giudiziaria e prassi processuale

arroba_izzi

Aggiornato alle ultime disposizioni del Motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus, il testo dopo aver presentato la riforma del processo matrimoniale maturata dall’esperienza sinodale, dalla promulgazione del Motu proprio ed essersi incentrato sul “giusto processo” e sull’organizzazione dell’attività giudiziaria all’interno delle strutture ecclesiastiche che amministrano la giustizia, si concentra sullo svolgimento del nuovo processo di nullità matrimoniale nei suoi vari aspetti, fornendo sempre specimen di formulari essenziali; termina con alcuni esempi pratici sui motivi di nullità più ricorrenti casi particolari che, dopo un inquadramento giuridico, sono correlati da una sentenza tipo specificata in fattispecie, in diritto e in fatto.

Claudio Papale. I delitti contro il sacramento dell’Eucaristia

delitti

Il volume – frutto del IV corso intensivo sui delitti riservati alla Congregazione per la Dottrina della Fede organizzato dalla Facoltà di diritto canonico della Pontificia Università Urbaniana – approfondisce, sotto il profilo storico, teologico e canonistico il tema dei delitti contro il sacramento dell’Eucaristia. I contributi, affidati a studiosi di riconosciuta competenza nel tema, ricostruiscono il background storico-teologico dell’attuale disciplina ed approfondiscono singole fattispecie delittuose disciplinate nell’art. 3 del M.P. Sacramentorum sanctitatis tutela.

La tutela giuridica dell’immagine del Papa

Fraoncobollo

Con un comunicato della Segreteria di Stato pubblicato sul Bollettino della Sala Stampa vaticana del 22 febbraio 2017, la stessa Segreteria di Stato annuncia che “effettuerà sistematiche attività di sorveglianza volte a monitorare le modalità con cui l’immagine del Santo Padre e gli stemmi della Santa Sede vengono utilizzati, intervenendo all’occorrenza con opportuni provvedimenti”. “La Segreteria di Stato  – si legge ancora nel comunicato – tra i suoi compiti, ha anche quello di tutelare l’immagine del Santo Padre, affinché il Suo messaggio possa giungere ai fedeli integro e la Sua persona non venga strumentalizzata”. Esistono infatti “appositi strumenti normativi” per la tutela dell’immagine del Pontefice e dei simboli e degli stemmi ufficiali della Santa Sede.

Nueva edición argentina del Código de derecho canónico

Codice UCA

La Facultad de derecho canónico de la Universidad Católica Argentina (UCA) y la Oficina del Libro de la Conferencia Episcopal Argentina han informado que ya está disponible la nueva edición argentina del Código de derecho canónico. Se trata de una edición bilingüe actualizada y de lujo de más de mil páginas. El material está integrado por el texto original en latín y la traducción al castellano adecuada a nuestro país. Contiene también comentarios y artículos introductorios a cada parte del Código elaborados por los profesores de la mencionada casa de estudios.

Piero Amenta. Lo scioglimento del vincolo matrimoniale canonico

Amenta

Il volume raccoglie le lezioni tenute dall’autore agli studenti delle Università ecclesiastiche, in materia di scioglimento del vincolo matrimoniale per inconsumazione e in favorem fidei. Il nucleo originario si è arricchito con un approfondimento storico e dottrinale sulle varie questioni che la materia matrimoniale amministrativa implica. Tale studio privilegia l’attenzione alla normativa speciale extra Codicem ed alla ormai secolare prassi della Curia Romana. Il risultato è un utile strumento per gli studenti universitari e per gli operatori della giustizia nei tribunali e nelle curie diocesane.

La riforma della Curia romana voluta da Papa Francesco

curia

Prosegue il processo di riforma della Curia romana voluto da Papa Francesco, coadiuvato in questo compito da un apposito Consiglio di otto cardinali, a cui si è poi aggiunto il Segretario di Stato, componendo quello che viene ormai comunemente indicato come C9. La nuova Curia romana sta ormai prendendo sempre più forma. E’ stato lo stesso Bergoglio, nel discorso del 22 dicembre 2016, ad indicare le principali tappe fin qui percorse.

“Essendo la Curia non un apparato immobile – ha affermato il Pontefice – la riforma è anzitutto segno della vivacità della Chiesa in cammino, in pellegrinaggio, e della Chiesa vivente e per questo – perché vivente – semper reformanda, reformanda perché è viva. (…).

L’efficacia civile delle sentenze canoniche di nullità matrimoniale dopo il M.P. ‘Mitis iudex’

Immagine

Come noto, con il M.P. Mitis iudex di Papa Francesco è stato in parte riformato il processo canonico di dichiarazione di nullità matrimoniale. Come le nuove prospettive indicate dalla riforma possono influire sull’efficacia civile in Italia delle sentenze canoniche di nullità? Segnaliamo su questo tema una approfondita riflessione della Prof.ssa Geraldina Boni dell’Università di Bologna, pubblicata sulla rivista telematica “Stato, Chiese e pluralismo confessionale” (www.statoechiese.it).

Consiglio permanente CEI: all’esame le nuove norme sui Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

Si è svolto a Roma dal 23 al 25 gennaio scorsi il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana. Tra i temi all’attenzione dei Vescovi italiani anche la revisione delle Norme circa il regime amministrativo dei Tribunali ecclesiastici in Italia in materia matrimoniale: lo si apprende dal Comunicato finale pubblicato sul sito internet della CEI. Il tema sarà ripreso anche nella prossima sessione del Consiglio permanente in programma in primavera: si prevede quindi che il nuovo testo normativo possa essere pronto per maggio, per essere sottoposta all’approvazione dell’Assemblea generale dei Vescovi italiani.

Alla riscoperta del Cardinale De Luca, giurista del Seicento

DeLuca

“Le parti de’ giuristi non consistono solamente nel giudicare se la vigna o il canneto spetti più ad uno che ad un altro, con cose simili di ragione meramente privata, ma di giudicare della vita degli uomini, e di essere consigliere de’ principi e delle repubbliche nel governo maggiore”. Con queste parole il Card. Giovanni Battista De Luca, insigne giurista del Seicento, tratteggiava la figura del giureconsulto, sottolineandone non sono la funzione pratica nell’amministrazione della giustizia, ma anche l’insostituibile ruolo di consiglio e ausilio al legislatore, per elaborare leggi e riforme giuste. La figura del Cardinale, nato a Venosa (PT) nel 1614, è stata approfondita in un volume dal titolo “Alla riscoperta del Card. Giovanni Battista De Luca, giureconsulto”, pubblicato dalla Osanna edizioni, a cura di Raffaele Coppola e Ezio Lavorano.