Il Papa alla Rota: il diritto si pone al servizio della ‘salus animarum’ e della fede

rota_2019

Papa Francesco ha svolto la sua allocuzione ai Prelati uditori del Tribunale della Rota romana, in occasione dell’apertura del nuovo anno giudiziario. Il Pontefice ha voluto esprimere in questa occasione la gratitudine di tutta la Chiesa ai giudici del Tribunale apostolico, “per il bene che [fanno] al popolo di Dio, servendo la giustizia mediante le [loro] sentenze”. La cerimonia di inaugurazione si è tenuta martedì 29 gennaio 2019, presso la Sala clementina in Vaticano.

Facendo specifico riferimento alla giurisprudenza rotale ed al suo compito di orientamento per le altre giurisdizioni, il Papa ha sottolineato come le sentenze dalla Rota, “oltre al rilievo del giudizio in sé per le parti interessate, concorrono ad interpretare correttamente il diritto matrimoniale”, riconoscendo proprio al diritto canonico in materia matrimoniale una essenziale funzione “al servizio della salus animarum e della fede degli sposi”.

In questo senso, ha aggiunto Bergoglio alla fine del suo intervento, “si comprende il puntuale riferimento delle sentenze Rotali ai principi della dottrina cattolica, per quanto riguarda l’idea naturale del matrimonio, con relativi obblighi e diritti, e ancor più per quanto concerne la sua realtà sacramentale”.

Nel merito, l’intervento del Papa quest’anno ha focalizzato l’attenzione sui caratteri dell’unità e della fedeltà, quali “beni irrinunciabili e costitutivi del matrimonio”.

– Qui il testo completo dell’allocuzione del Papa [link esterno al Bollettino della Sala stampa vaticana]

.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>