Papa Francesco: ‘Anche nei procedimenti canonici la Chiesa cerca sempre il bene delle persone’

sposalizio

Le cause matrimoniali e le situazioni personali di chi si rivolge ai Tribunali ecclesiastici ‘non possono essere trattate con un approccio meramente burocratico, quasi meccanico. Si tratta piuttosto di entrare nel vissuto delle persone, che soffrono e che hanno sete di serenità e di felicità’. Lo ha detto Papa Francesco il 30 novembre 2019, ricevendo in udienza nel Palazzo apostolico vaticano i partecipanti ad un corso di formazione promosso dal Tribunale della Rota romana.

Il Papa, come più volte in passato trattando dei processi canonici di nullità matrimoniale, ha posto l’accento sulle persone che soffrono a seguito di una vita familiare fallita. ‘La Chiesa – ha detto Francesco – quando incontra queste realtà di coppie ferite, prima di tutto piange e soffre con loro; si avvicina con l’olio della consolazione, per lenire e curare; essa vuole caricare su di sé il dolore che incontra. (…) Non è mai estranea né umanamente, né spiritualmente a quanti soffrono. Non riesce mai ad essere impersonale o fredda di fronte a queste tristi e travagliare storie di vita’.

Il Pontefice ha quindi sottolineato la delicatezza del ruolo della Chiesa che, attraverso il ministero dei Tribunali ecclesiastici, in ogni causa ‘si sforza di essere imparziale e oggettiva nel ricercare la verità di un matrimonio infranto’. Al centro di ogni giudizio dunque vi è sempre la verità nella carità: verità nell’accertare se il matrimonio impugnato sia valido o no, carità nel venire incontro alle esigenze delle parti che chiedono questo accertamento dalla Chiesa.

‘Anche nei suoi procedimenti canonici e giurisprudenziali – ha aggiunto il Pontefice – la Chiesa cerca sempre e solo il bene delle persone ferite, cerca la verità del loro amore’. Tutta la legge canonica infatti, secondo quanto indicato anche al can. 1752 proprio a chiusura del Codice di diritto canonico latino, altro non è che uno strumento per aiutare il credente nel cammino verso la salvezza che Cristo ha offerto. Il bene delle persone è innanzi tutto la loro salvezza eterna, che passa anche attraverso l’accertamento della verità circa il loro Sacramento.

.

Qui il testo integrale del discorso del Papa

[link esterno al Bollettino della Sala stampa della Santa Sede]

.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>