Messaggio di Papa Francesco al Congresso di Roma della Consociatio

Si è svolto a Roma dal 4 al 7 ottobre il XVI Congresso internazionale di diritto canonico, organizzato dalla Consociatio internationalis studio iuris canonici promovendo. L’incontro, che ha visto la partecipazione di More »

XLIX Congresso dell’Associazione canonistica italiana a Pescara

A Pescara dal 4 al 7 settembre si sono ritrovati i canonisti dell’Associazione canonistica italiana (ASCAI) per il XLIX Congresso nazionale. “I soggetti nel nuovo processo matrimoniale canonico” è stato il tema scelto per More »

Inaugurazione dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota romana

Papa Francesco: “Prepararsi bene al matrimonio, per impedire il moltiplicarsi di celebrazioni matrimoniali nulle o inconsistenti”. “Solo aprendosi alla verità di Dio è possibile comprendere e realizzare nella concretezza della vita anche More »

Intervista al Card. Coccopalmerio ad un anno dalla pubblicazione del ‘Mitis iudex’

I Tribunali interdiocesani italiani sono dei buoni Tribunali, rispondono alle esigenze della riforma e soddisfano in modo semplice e rapido le istanze di giustizia dei fedeli. No all’istituzione di Tribunali diocesani quando More »

Presentato a Papa Francesco il progetto di iuscanonicum.it

Il sito web iuscanonicum.it ed il relativo progetto editoriale sono stati presentati a Papa Francesco. L’occasione è stata la Messa mattutina celebrata come di consueto dal Santo Padre presso la cappella della More »

 

Calendario riunioni culturali 2017 dell’Arcisodalizio della Curia romana

Rota[1]

Aliae quaestiones selectae de re matrimoniali ac processuali, nell’ottica del nuovo processo matrimoniale canonico': è questo il tema che viene affrontato nelle Riunioni culturali che l’Arcisodalizio della Curia romana ha predisposto per il 2017. Il ciclo di incontri riprende e completa le conferenze dell’anno scorso, che avevano iniziato ad affrontare alcuni aspetti importanti di diritto matrimoniale e processuale, alla luce delle riforme intervenute con le recenti modifiche normative volute da Papa Francesco. Le Riunioni culturali si svolgono con cadenza mensile nel pomeriggio del giovedì, presso la Sala dei Cento Giorni del Palazzo della Cancelleria a Roma, con inizio alle ore 17,00. Si parte il 19 gennaio con il primo incontro, tenuto da Mons. José M. Serrano Ruiz, Prelato Uditore emerito della Rota Romana.

Consiglio permanente CEI: all’esame le nuove norme sui Tribunali ecclesiastici italiani

CEI

Si è svolto a Roma dal 23 al 25 gennaio scorsi il Consiglio permanente della Conferenza episcopale italiana. Tra i temi all’attenzione dei Vescovi italiani anche la revisione delle Norme circa il regime amministrativo dei Tribunali ecclesiastici in Italia in materia matrimoniale: lo si apprende dal Comunicato finale pubblicato sul sito internet della CEI. Il tema sarà ripreso anche nella prossima sessione del Consiglio permanente in programma in primavera: si prevede quindi che il nuovo testo normativo possa essere pronto per maggio, per essere sottoposta all’approvazione dell’Assemblea generale dei Vescovi italiani.

Alla riscoperta del Cardinale De Luca, giurista del Seicento

DeLuca

“Le parti de’ giuristi non consistono solamente nel giudicare se la vigna o il canneto spetti più ad uno che ad un altro, con cose simili di ragione meramente privata, ma di giudicare della vita degli uomini, e di essere consigliere de’ principi e delle repubbliche nel governo maggiore”. Con queste parole il Card. Giovanni Battista De Luca, insigne giurista del Seicento, tratteggiava la figura del giureconsulto, sottolineandone non sono la funzione pratica nell’amministrazione della giustizia, ma anche l’insostituibile ruolo di consiglio e ausilio al legislatore, per elaborare leggi e riforme giuste. La figura del Cardinale, nato a Venosa (PT) nel 1614, è stata approfondita in un volume dal titolo “Alla riscoperta del Card. Giovanni Battista De Luca, giureconsulto”, pubblicato dalla Osanna edizioni, a cura di Raffaele Coppola e Ezio Lavorano.

Inaugurazione dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota romana

Rota 2017

Papa Francesco: “Prepararsi bene al matrimonio, per impedire il moltiplicarsi di celebrazioni matrimoniali nulle o inconsistenti”.

“Solo aprendosi alla verità di Dio è possibile comprendere e realizzare nella concretezza della vita anche coniugale e familiare”: citando queste parole di Benedetto XVI, Papa Bergoglio, in occasione della sua allocuzione per l’apertura dell’anno giudiziario del Tribunale della Rota romana, ha voluto sottolineare l’imprescindibile riferimento alla verità per capire la consistenza del sacramento matrimoniale e quindi dell’accertamento giudiziale della sua validità, perché “l’amore ha bisogno di verità”.

Mons. Monier Pro-Decano al Tribunale della Rota

Monier

Il Santo Padre Francesco ha nominato Pro-Decano del Tribunale della Rota Romana il Rev.do Mons. Maurice Monier, del clero della diocesi di Le Puy-en-Velay (Francia), finora Prelato Uditore del medesimo Tribunale. Lo rende noto il Bollettino della Sala stampa della Santa Sede di lunedì 12 dicembre 2016.

Ciclo di incontri di formazione sul ‘Mitis iudex’ in Vicariato

Laterano

Il Tribunale di Prima Istanza e il Tribunale di Appello del Vicariato di Roma, in collaborazione con il Coetus Advocatorum, propongono, dal 18 gennaio al 3 maggio 2017, quattro incontri di formazione sul tema: “Prassi e sfide dopo l’entrata in vigore del M. p. Mitis Iudex Dominus Iesus e del Rescriptum ex audientia del 7 dicembre 2015”. Il ciclo di incontri, che si terranno nella Sala riunioni del terzo piano del Palazzo Apostolico Lateranense dalle 15.00 alle 17.30, è accreditato dal Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Roma e riconosce due crediti formativi per ciascun evento.

Retur sur le colloque de droit canonique à Lyon avec le Card. Coccopalmerio

colloquestudium

Le colloque de droit canonique “Les évolutions du gouvernement central de l’Eglise” a eu lieu à Lyon du 23 au 25 novembre, à l’occasion des 20 ans du Studium, sous la présidence du Card. Philippe Barbarin, Archeveque de Lyon et Modérateur du Studium.

Le Pape François a été élu lors du Conclave sur un programme du e réformes à conduire au sein même de l’Eglise : Curie, finances avec l’IOR, Vatileaks, problèmes de comportements déviants des clercs, responsabilités de plus en plus nombreuses confiées à des laïcs et il a entamé des réformes parfois vigoureuses pour moderniser le gouvernement de l’Eglise.

Papa Francesco: nel rapporto tra giustizia e carità, prioritaria la ‘salus animarum’

POPE FRANCIS

Papa Francesco si è recato presso il Tribunale apostolico della Rota romana, dove ha incontrato i partecipanti al corso di formazione per i Vescovi sul nuovo processo matrimoniale, come delineato dopo l’entrata in vigore del Motu proprio ‘Mitis iudex’. Nell’ambito di questo incontro, svoltosi presso il Palazzo della Cancelleria il 18 novembre 2016, il Pontefice ha tenuto un intervento in cui ha ribadito in particolare due degli aspetti centrali delle nuove norme: il munus episcopale, che comporta anche la competenza diretta del Vescovo nel giudicare le cause giudiziali, e la semplificazione delle procedure del processo matrimoniale, per venire meglio incontro alle esigenze di verità dei fedeli che si rivolgono ai Tribunali della Chiesa. Il processo matrimoniale canonico infatti, come ricordato dal Papa, è uno strumento idoneo “a rispondere, con disponibilità e umiltà, al grido di aiuto di tanti nostri fratelli e sorelle che hanno bisogno di fare verità sul loro matrimonio e sul cammino della loro vita”.

Intervista al Card. Coccopalmerio ad un anno dalla pubblicazione del ‘Mitis iudex’

Cardinale

I Tribunali interdiocesani italiani sono dei buoni Tribunali, rispondono alle esigenze della riforma e soddisfano in modo semplice e rapido le istanze di giustizia dei fedeli. No all’istituzione di Tribunali diocesani quando non c’è personale adeguatamente preparato in sede locale: sarebbero vuoti simulacri. Il processo canonico è volto a constatare la nullità del matrimonio ove ci sia, non a pronunciarla ad ogni costo ritenendo di venire incontro ad una coppia in crisi e magari  evocando una malintesa ‘finalità pastorale’: si tradirebbe la natura profonda del processo matrimoniale che è sempre un giudizio pro rei veritate. La riforma prevede disposizioni volte a favorire non la nullità dei matrimoni, ma la celerità dei processi. Positivo il confronto nel Tavolo di lavoro convocato dalla CEI con il Pontificio consiglio per i testi legislativi, la Segnatura e la Rota. Anche nella riforma della Curia romana il diritto canonico deve conservare un ruolo importante.

Inaugurazione anno accademico allo Studio Rotale

pompedda

“Mario Francesco Pompedda. L’animo pastorale di un grande giurista e uomo di Chiesa contemporaneo”: è stato questo il tema della prolusione con la quale mons. Vito Pinto, decano della Rota romana, ha aperto mercoledì 9 novembre, nella Sala Riaria del Palazzo della Cancelleria, l’anno accademico 2016-2017 dello Studio rotale. A dieci anni dalla morte, l’omaggio al porporato che fu per anni direttore dello Studium Romanae Rotae è proseguito con la relazione tenuta da mons. Giovanni Battista Defilippi sul tema: “I germi della riforma di Papa Francesco nella mente e nell’operare di un maestro della giurisprudenza e del processo”. Al termine degli interventi gli alunni presteranno giuramento.